Le sardine gettano la maschera: “In piazza per il PD Bonaccini”

Condividi!

Sono terrorizzati. E stanno chiamando a raccolta di tutto in vista delle regionali del prossimo 26 gennaio.

Il capo della sardine, tal Mattia Santori, è diventato il prezzemolino dei salotti radical chic, con quella faccia che dice già tutto.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ora, finalmente, la sardina in capo getta la maschera: “Non saremo in piazza come Sardine, sarò in piazza come Mattia. Non abbiamo mai dato indicazione di voto”. Tutto questo per dire che oggi sarà in piazza per la manifestazione a sostegno di Stefano Bonaccini, candidato del Pd alla presidenza della regione Emilia Romagna.

Bonaccini Emilia Rom, Borgonzoni Emilia Romagna: 4 lettere fanno tutta la differenza del mondo.

“Voglio sapere cosa propone il centrosinistra per la mia regione – spiega Santori – e perché al momento è l’unica alternativa alla Lega e a Salvini. Ma è una scelta personale. Bonaccini parla di dati e di fatti e viene da cinque anni di buona amministrazione. Dall’altra parte ci sono solo slogan”.

Ma sono tutti del PD:

Solo che ormai si vergognano del loro simbolo e si dicono ‘sardine’. Altro simbolismo tipico di cervelli al macero.




2 pensieri su “Le sardine gettano la maschera: “In piazza per il PD Bonaccini””

Lascia un commento