A Napoli sfilano le sardine “nere”: la sinistra arruola immigrati contro Salvini

Condividi!

Ecco le sardine “nere” a favore dei clandestini che, proprio in queste ore, stanno manifestando a Napoli in Piazza Garibaldi.

Si tratta del Movimento Migranti e Rifugiati di Napoli che – come racconta Adnkronos – nella giornata di sabato 7 dicembre manifesteranno in Piazza Garibaldi a Napoli. “Chi sono le Sardine Nere? Sono tutte quelle sardine che non sono potute scendere nelle piazze italiane di queste ultime settimane, perché considerate diverse dalle altre Sardine”, spiega l’Ex Opg di Napoli lanciando l’iniziativa su Facebook.

🐟LE SARDINE NERE ARRIVANO A NAPOLI!✊🏽Sabato 7 Dicembre dalle ore 10:00 da Piazza Garibaldi partirà il corteo delle…

Posted by Ex OPG Occupato – Je so' pazzo on Friday, December 6, 2019

La dimostrazione che sono sempre gli stessi: centri sociali e piddini che stanno arruolando immigrati che facciano quello che gli italiani non vogliono fare. Votare la ‘sinistra’.

GUERRIGLIA AFRICANA CONTRO LA POLIZIA: SINISTRA ARRUOLA IMMIGRATI CONTRO L’ITALIA – VIDEO CHOC

“Le nostre vite non possono più aspettare, scendiamo in piazza per richiedere l’immediata abrogazione dei decreti sicurezza e contro le procedure dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Napoli, che attraverso la macchina della burocrazia continua a tenere in un limbo giuridico la vita di centinaia di persone e non garantisce ai richiedenti protezione internazionale di accedere all’istituto della protezione internazionale come sancito dalla Costituzione e dalle leggi attualmente in vigore”.

“Avere il permesso di soggiorno – affermano i clandestini – significa poter accedere al sistema sanitario, all’istruzione, al riconoscimento dei figli; avere il permesso di soggiorno significa poter contrattare un giusto salario sul posto di lavoro e una possibilità in più per ribellarsi allo sfruttamento, significa potersi spostare liberamente sul territorio, significa avere l’opportunità di condurre una vita dignitosa e non essere condannati a vivere come fantasmi nei ghetti delle nostre città”.

Andate a farvi mantenere a casa vostra. In Italia non vogliamo clandestini. Ed è già troppo che non veniate arrestati. Come sarebbe in un Paese normale.




Lascia un commento