‘Noleggia’ un immigrato per fargli dire quello che tu non puoi dire

Condividi!

Questo spiega le candidature di africani nelle liste di partiti sovranisti:




3 pensieri su “‘Noleggia’ un immigrato per fargli dire quello che tu non puoi dire”

  1. Non lo trovo così divertente, c’è un fondo di verità perché in effetti stanno cercando di tapparci la bocca, ma basta che TUTTI si continui a parlare liberamente e nessuno potrà mai fermare la libertà dei concetti espressi. Il dramma sarebbe che una parte di popolazione accettasse passivamente il silenzio imposto.
    I “dissidenti” diventerebbero tali perché “minoranza oppressa” altro che negri, finocchi ed ebrei! Siamo e saremo noi la citata minoranza. Ribelliamoci subito, con violenza e che sia efferata. Paolo Mieli in questi giorni ha espresso il suo parere circa le urne, la mia vecchia convinzione ora è abbracciata da personaggi in vista. Avrei preferito avere torto, tuttavia anche lui dice “a meno che non accada qualcosa di drastico” Se non prendiamo tutti insieme il parlamento la spirale della dittatura si stringerà sino a strangolarci. Impediamolo.

    1. Grande Lavinia!!!!Io ho preso a dire la mia stufo di leggere deliranti stronzate pro-immigrati e sopratutto xché la censura che cercano di imporci possono infilarsela…
      Vogliono imbavagliarci?Che vengano di persona a provarci!!!
      O noi o loro.

Lascia un commento