Esibizionismo: sorella Cucchi presenta querela a favore della droga

Condividi!

Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, il detenuto morto a Roma nel 2009, ha presentato oggi una denuncia “nei confronti di Matteo Salvini, nonché di chiunque altro venga ritenuto responsabile” per il reato di diffamazione. La querela, formalizzata attraverso il legale Fabio Anselmo, era stata annunciata già nei giorni scorsi per le dichiarazioni dell’ex ministro subito dopo la sentenza al processo sulla morte di Stefano. A commento della condanna di due carabinieri per omicidio preterintenzionale, Salvini, pur parlando di vicinanza alla famiglia, aveva detto: “questo testimonia che la droga fa male sempre e comunque”.

“Ora basta – ha scritto Ilaria Cucchi su twitter – Lo devo a Stefano, a mio padre ma soprattutto a mia madre. Questo signore deve smetterla di fare spettacolo sulla nostra pelle”, pubblicando le foto dell’atto di denuncia-querela presentata contro Salvini.

Puro esibizionismo. Non si comprende su quali basi si possa querelare qualcuno perché dice un’ovvietà. Chi fa una cosa del genere dovrebbe, lui, essere perseguito perché fa perdere tempo alla già elefantiaca giustizia italiana.

E’ ora di finirla con questi squallidi personaggi che passano il tempo a querela perché tanto non costa nulla. Fai una querela inutile? Quando perdi paghi il costo della giustizia pubblica.




Un pensiero su “Esibizionismo: sorella Cucchi presenta querela a favore della droga”

  1. è ignominioso che la denuncia sia accettata da una procura perchè una persona ha detto che la droga fa male. Non sarà che Ilaria vuole farsi un po’ di pubblicità per poi presentarsi nelle liste del PD alle prossime elezioni, come accade alla madre del giovane delinquente poi finito ucciso a Genova?

Lascia un commento