Marocchino sgozza moglie italiana e poi si suicida sotto al treno, sardina a Bologna

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Storia a lieto fine. Un marocchino di 29 anni ha aggredito la moglie italiana con un coltellaccio da cucina all’interno di un centro commerciale e poi si è tolto la vita gettandosi sotto un treno.

L’immigrato ha incontrato la donna, una 32enne italiana con la quale però non conviveva più, intorno alle 17. Non si sa se quello tra i due fosse un appuntamento concordato.

All’improvviso ha estratto dalla tasca un grosso coltello da cucina e si è avventato contro la giovane sardina tentando di sgozzarla. La lama, però, ha raggiunto un orecchio provocando alla vittima solo una ferita. Dopo l’aggressione, il nordafricano si è dato alla fuga.

Braccato dalle forze dell’ordine, nei pressi della stazione ferroviaria di Castenaso, si è buttato sotto un treno in corsa che viaggiava lungo la linea Portomaggiore–Bologna. L’impatto con il convoglio è violentissimo. Morto sul colpo.

La tragedia arriva proprio poco dopo la diffusione dei dati sui femminicidi compiuti in Italia nel 2018. Lo scorso anno sono state ben 142 le donne uccise, numeri stabili. Con ‘loro’, come sempre, protagonisti.




3 pensieri su “Marocchino sgozza moglie italiana e poi si suicida sotto al treno, sardina a Bologna”

Lascia un commento