Toghe rosse si prendono la Cassazione: membro Magistratura Democratica diventa PG

Condividi!

Il pg di Roma, Giovanni Salvi, esponente di Magistratura democratica e in passato procuratore di Catania, è stato nuovo Pg della Cassazione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le toghe rosse mettono le mani sulla Cassazione.

Prende il posto di Riccardo Fuzio, di-
messosi a luglio, dopo essere stato in-
dagato dalla procura di Perugia per ri-
velazione di segreto d’ufficio, a late-
re dell’inchiesta sul pm Palamara.

Salvi ha battuto il Pg di Napoli Riello
e l’avvocato generale della Cassazione
Matera.

Finché non rivoluzioneremo la magistratura e gli altri organi non eletti dello Stato, vincere le elezioni servirà. Ma non sarà risolutivo.

Deve essere il mantra del prossimo, imminente, governo sovranista.




Un pensiero su “Toghe rosse si prendono la Cassazione: membro Magistratura Democratica diventa PG”

  1. Ma servirà a cosa? Quali elezioni? Troppo ottimismo sconfina nella fantascienza. Non dico che i vostri intenti non siano buoni, ma bisogna tenete i piedi per terra. Purtroppo non ci sono elezioni in vista, Salvini quando governava era un fantoccio nelle mani della ue. Continuava a dire “cambiamo le cose da dentro” io che sono ignorante e “lady nessuno” capivo che mentiva, come altri di Casapound si sosteneva il contrario, perché per mutare le leggi europee ci deve essere l’unanimità. L’unica era uscire, legge marziale e ripulire a fondo la magistratura anche con metodi drastici. Invece si è fatto fare l’ennesimo golpe, un calcio nel culo e via, ma chi paga per i suoi errori sono i poveracci come me, lui cade sempre in piedi e ha una vita agiata comunque. I morti di fame sono sempre disoccupati e si vedono puntualmente superare nel lavoro da negri di merda. Noi “anziani ma non troppo” siamo fuori dal mondo lavorativo ma ci fanno credere che iscriverci alle liste nel collocamento prima o dopo può avere uno sbocco. Sbrocco altro che sbocco!

Lascia un commento