Diritto e Rovescio, polemica per scontro tra Vauro e ‘fascista’

Condividi!

E’ polemica per il siparietto tra Vauro e il ‘fascista’ nella trasmissione Diritto e Rovescio:

Ridicole le accuse a Del Debbio di ‘connivenza’. Si è trovato a dovere gestire due personaggi poco avvezzi al confronto civile. Sorprende, semmai, che Vauro non sia stato colpito da una testata. L’energumeno ha dimostrato un imprevisto autocontrollo.




4 pensieri su “Diritto e Rovescio, polemica per scontro tra Vauro e ‘fascista’”

  1. Sì l’ho visto in diretta. A modo suo voleva difendere la baby fidanzata del direttore del TGLa7, e si è scontrato conquesto tale che si fa chiamare Brasile. Se un sinistroide avesse attaccato una giornalista o politica di destra, avrebbe fatto questo gesto di “cavalleria”? Non credo proprio.

    Comunque, il vignettista stalinista è paranoico, perché si metteva a dire che a scuola bisogna insegnare cos’è stato il Fascismo, da cui è ossessionato nonostante sia morto nel 1945 con la RSI. Però cosa fu il Comunismo (50 milioni di morti) no, vero?

  2. Non è stupido il giovane, aspettava che fosse vauro a fare il primo passo, poi sarebbe stata legittima difesa la testata. “Vieni nella mia borgata che ti faccio vedere io…” l’ho interpretato che volesse mostrarle come tutto fila liscio e non ci siano prevaricazioni da parte di stranieri, come invece accade altrove.
    Ce ne fossero di italiani così.

Lascia un commento