Erdogan ci manda i primi velieri carichi di clandestini: 100 sbarcano in Calabria

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Inizia l’assalto dei velieri islamici targati Erdogan. Fare i ‘ganzi’ senza avere le capacità di farlo darà frutti amari.

Gli sbarchi sono avvenuti di notte. Il primo poco dopo mezzanotte, quando la Guardia Costiera ha avvistato una barca a vela con a bordo 64 clandestini, solo 8 le donne. Tutti sono stati “soccorsi” dalla Guardia Costiera e sono poi sbarcati nel porto di Roccella Jonica.

Circa quattro ore dopo il secondo sbarco. Intorno alle 4.30 del mattino è stato individuato un altro barcone davanti alle costa di Brancaleone. A bordo c’erano 44 clandestini, quasi tutti uomini, eccezion fatta per una donna e una bambina. Anche loro sbarcati a Roccella “grazie” al supporto della Guardia Costiera.

A breve saranno trasferiti nei centri di accoglienza secondo il piano di ricollocamento nelle varie regioni italiane predisposto dal ministero dell’Interno.

Da quando non c’è Salvini, in Calabria gli sbarchi si ripetono con frequenza crescente. Lo scorso 2 ottobre, circa 75 clandestini. A fine settembre altri 58 avevano toccato le coste di Crotone.

Siamo ad oltre 1.000 clandestini sbarcati in meno di 14 giorni. Gli stessi arrivati in tutto il mese dello scorso anno. E nonostante il maltempo dell’ultima settimana nel Canale di Sicilia.

Interviene il deputato e commissario regionale della Lega in Calabria Cristian Invernizzi: “Il governo Pd-5S non è solo quello del tradimento, delle tasse e delle manette, ma anche dei porti aperti a tutti. Gli sbarchi di clandestini in Italia sono triplicati. Ecco cosa succede da quando quando Matteo Salvini non è più ministro dell’Interno”.

“Mentre nelle strutture di accoglienza torna il caos, proprio in queste ore – spiega ancora – sono in arrivo sulle nostre coste decine e decine di altri immigrati irregolari: 108 solo in Calabria. Il ministro Lamorgese non può continuare a far finta di nulla. L’accordo di Malta è già fallito ancor prima di nascere. Prenda atto della realtà e applichi il divieto di ingresso nelle acque territoriali per chi è sprovvisto di permesso. Ne va della sicurezza del nostro Paese e dei cittadini italiani”.




Un pensiero su “Erdogan ci manda i primi velieri carichi di clandestini: 100 sbarcano in Calabria”

  1. ” Prenda atto della realtà e applichi il divieto di ingresso nelle acque territoriali per chi è sprovvisto di permesso.”.
    egregio VOX
    sappiamo tutti che così non funziona lo stesso,
    anche quando c’era Salvini e il divieto delle acque e porti chiusi, sbarcavano tutti sia fantasmi che ONG.
    quindi non ci sarà rimedio al peggio, anzi l’Italia di merda continuerà fino alla fine dei giorni ad accogliere merda.
    perché affondare chi entra nei confini e vietato.
    meglio un campo di guerra e morte che ci sarà a presto nelle strade che affondare le merde.

Lascia un commento