La sinistra contesta Salvini: “Sbagliato ammanettare gli arrestati”

Condividi!

“Le parole pronunciate dal signor Salvini questa mattina a Trieste, a seguito della tragica morte dei due agenti di Polizia Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, sono una indecorosa manifestazione compiuta da un politico in difficoltà, che tenta con ogni mezzo di strumentalizzare la tragedia avvenuta nella Questura di Trieste”. Lo dichiara una nota dell’ICS, nota associazione triestina che faceva soldi con il business dell’accoglienza prima dell’arrivo di Fedriga, riguardo le parole di Salvini dopo l’assassinio dei due agenti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta da parte del 29enne dominicano Alejandro Stephan Meran. Arrivato in Italia per ricongiungimento familiare.

Secondo ICS “si tratta di quanto di più lontano sia utile per la città in questo momento di lutto e di raccoglimento. Le proposte di Salvini, il quale vuole che i sospettati di qualunque reato, anche minore, vengano condotti in questura sempre ammanettati, sono inattuabili perché contrarie ai principi fondamentali dello Stato di diritto ed evidenziano, ancora una volta, la deriva autoritaria che l’interessato voleva imporre al Paese”.

Ma certo, accompagniamoli in questura per mano. Fosse per noi anche ceppi ai piedi, visto che certi li usano per sfasciare i finestrini delle volanti.

ICS ospitava anche lui:

Trieste, Profugo spacciava direttamente in hotel: via vai di minorenni

E col PD faceva dei bei soldi:

TRIESTE, PROFUGHI: CARITAS E COOP PD SI SPARTISCONO 11 MILIONI DI EURO




2 pensieri su “La sinistra contesta Salvini: “Sbagliato ammanettare gli arrestati””

  1. Benda sugli occhi, manette e veleno per i topi nella sbobba. Quel figlio di…comunista potrebbe aver prestato la faccia da culo dietro un misero compenso, come leggevo in un notiziario pare che gli europeisti paghino i volti noti del mondo dello spettacolo che per varie ragioni si sono indebitati e se la passano male economicamente, per la loro vergognosa propaganda.

Lascia un commento