Inchiesta contro la prof per frase “immigrati delinquono”: ma alunni stanno con lei

Condividi!

Un liceo di Livorno apre un’istruttoria interna contro una docente che avrebbe ‘osato’ dire che gli immigrati delinquono più degli italiani e rubano il lavoro. In pratica la vogliono punire per avere detto la verità.

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo quanto riferito dalla madre di un’alunna, la docente avrebbe detto che gli immigrati “rubano il lavoro e delinquono più degli altri”. E quindi?

Secondo la stessa gola profonda, tre ragazze si sarebbero alzate in piedi per dissentire ma il resto della classe avrebbe preso le parti della prof prendendole in giro: qualcuno avrebbe fatto anche il saluto fascista. Forse Bassano.

L’insegnante, intervistata da “Il Tirreno”, ha affermato di non aver pronunciato le frasi e che gli alunni “stavano trattando un testo argomentativo sul tema della migrazione”, modalità di lavoro con il quale si danno “ai ragazzi due testi nei quali si esprimono” aspetti “contrari e favorevoli rispetto al tema trattato. Stavo esponendo i pro e i contro della questione migrazione”, “sviscerandoli”. Le tre non hanno capito.

L’argomento affrontato, ha proseguito la docente, ha provocato reazioni diverse, ma non è successo nulla di grave e nessuno ha fatto il saluto fascista.




5 pensieri su “Inchiesta contro la prof per frase “immigrati delinquono”: ma alunni stanno con lei”

    1. Comunque, grazie prof per averli coperti. Ci vorrebbero più insegnanti così. Ragazzi, rendetevi conto che per colpa di quelle tre avete rischiato di finire al campo di rieducazione. Vi sembra giusto e normale? Dovete sciropparvi i loro deliri sui negri e voi non potete dire la vostra. Vi sembra coerente?

      1. Mi piace far notare che erano tre femmine. Essere misogini è un conto, notare delle coincidenze come faccio con le persone di naso è un altro. Non vorrete diventare anche voi persone di buco anteriore, vero?

      2. Temo che alle tre dissidenti piaccia farsi sfondare da un africano, ragion per cui fossi uno della maggioranza che ha approvato le posizioni della professoressa, ne proporrei l’emarginazione.

Lascia un commento