Con PD-M5s torna la pacchia per immigrati: reddito cittadinanza per tutti

Condividi!

I cittadini extracomunitari che hanno fatto richiesta per avere il reddito di cittadinanza sono ancora senza reddito di cittadinanza, grazie alla Lega.

Da aprile le loro domande sono ferme all’Inps, perché manca un decreto attuativo. Questo significa che gli stranieri provenienti da un Paese extra Ue non hanno ancora ricevuto nessun sussidio mensile.

La legge di conversione del “decretone” su reddito e quota 100 ha infatti modificato i requisiti richiesti agli extracomunitari: serve una certificazione di reddito e patrimonio rilasciata dallo Stato di appartenenza. La famosa ‘clausola Ceccardi’ imposta dalla Lega ai grillini. Che ora non avranno più nessun ostacolo per regalare i vostri soldi a tutti gli immigrati che l’hanno chiesto. Anche a quelli con patrimoni in patria.

Questa disposizione però non si applica nei confronti di chi proviene da Stati “nei quali è oggettivamente impossibile acquisire le certificazioni”. Il 5 luglio una circolare dell’Inps ha ricordato che l’elenco di questi Stati va definito con un decreto del ministro del Lavoro di concerto con quello degli Esteri e ha fatto sapere che in attesa di quel provvedimento ha provveduto a sospendere l’esame di “tutte le domande“. Nel frattempo è arrivata la crisi di governo e il decreto non è mai stato presentato.

La disposizione, contenuta nei commi 1-bis e 1-ter dell’articolo 2, è stata voluta dalla Lega che ha presentato un emendamento in sede di conversione del decreto. Il comma 1-bis prevede che i cittadini stranieri non-Ue debbano appunto “produrre una certificazione rilasciata dalla competente autorità dello Stato estero, sui requisiti di reddito e patrimoniali, nonché sulla composizione del nucleo familiare“, che deve “essere presentata in una versione tradotta in lingua italiana e legalizzata dall’autorità consolare italiana”, come spiega la circolare Inps. Un certificato, aggiunge lo stesso istituto, che deve essere esibito “in fase di istruttoria, ai fini dell’accoglimento delle domande“.

Ma tolto di mezzo Salvini, il M5s torna alle origini e al proprio fasullo reddito di cittadinanza: che va agli immigrati invece che ai cittadini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come annunciato dal grillino dell’Inps, infatti, cadranno le clausole e i paletti voluti dalla Lega: si passa da 10 ad appena 5 anni di residenza e, soprattutto, verrà eliminato l’obbligo di dimostrare di non avere proprietà in patria. Clausola che aveva di fatto azzerato gli extracomunitari eleggibili per il reddito.

In sostanza: altri 500mila immigrati vivranno alle nostre spalle. Li paghiamo per sostituirci. Per figliare e facilitare la colonizzazione in atto.




14 pensieri su “Con PD-M5s torna la pacchia per immigrati: reddito cittadinanza per tutti”

    1. Magari…purtroppo ci dobbiamo mantenere, quindi lavorare e farci ciucciare i soldi per buttarli in merda.

      La voglia di chiudere è tantissima. PER MOLTI. LA PAGHERANNO CARA. ITALIA FALLIRA’. MA INTANTO LORO HANNO I FIGLI ALL’ESTERO…

    1. Antanti ti chiedo…ma perchè LORO ricchi vogliono islamizzare Europa quando poi i LORO meno abbienti sono scacciati dagli stessi mussulmani (tipo Francia).

      E poi LA sono completamente differenti.

      Sfrutto la tua evidente conoscenza per capire.

      Tra Pololo LORO ed Elite LORO forse c’è il più grande abisso?

      Chiedo.

      1. Io ho “pensieri miei” e non verità assolute, eh? Deduco associazioni in base ai comportamenti e non fornisco “risposte” ma spunti di riflessione.
        La mia sensazione è che esistano due grandi categorie che potremmo definire “sionisti” e “globalisti”. I Sionisti per come li definisco io la pensano come Yair Netanyahu – Israele deve essere lo stato degli Israeliani ed ha il diritto di esistere, di difendersi e di favorire gli ebrei piuttosto che gli ospiti. Nulla di diverso da ciò che chiedo io per l’Italia.
        Questo credo che crei una specie di corto circuito con la loro componente “globalista”. I globalisti non penso siano effettivamente tutti “ebrei”, anzi. Lanciare gli epiteti che uso io, tipo “ebreo” o “semita” è estremamente riduttivo – se dovessimo fare una analisi genetica di coloro che si professano ebrei scopriremmo che per la maggior parte non sono per nulla semiti ma in realtà Khazari, originari del centro Europa.
        Così, concludendo, sono estremamente convinto che esista una “sovrastruttura” o chiamiamolo “complotto” che indirizza determinate argomentazioni. Di questo complotto fanno sicuramente parte moltissimi cosiddetti ebrei ma anche moltissimi “shabbos goyim”, più o meno geneticamente imparentati con le altre componenti della sovrastruttura.
        Gli Israeliani non avrebbero nessun vantaggio a partecipare ad un “complotto” che preveda il termine degli stati nazionali, da cui discendono gli attacchi nei confronti dei Sionisti da parte dei Globalisti.
        Le motivazioni che spingono i Globalisti mi rimangono tuttora oscure per la maggior parte. Attualmente con tutti i dati in mio possesso non riesco ad ottenere la risposta principale, ovvero un perchè. Per il resto, come scrivevo sopra, troppe coincidenze, troppe connessioni. Impossibile che siano casuali.
        Potrei forse scriverne per tutto il giorno ma ho purtroppo famiglia lavoro e ospiti a pranzo.
        Ti ringrazio moltissimo per la domanda.
        A presto per la seconda puntata.

          1. Speriamo non su tutto: penso che il complotto sia basato su una specie di culto di cui le persone per bene vorrebbero sapere il meno possibile e di cui in pratica non sanno nulla ma che controlla quasi ogni aspetto delle nostre vite. Riesco a risalire con le mie ricerche fino al quindicesimo secolo, al massimo qualche sprazzo di quattordicesimo ma poi perdo tracce significative che potrebbero farmi proseguire. Alcuni snodi che ritengo fondamentali nel periodo che riesco ad analizzare sono tutti quelli che riguardano il rapporto fra Europa ed America a partire da prima di Cristoforo Colombo ed in particolare riguardo all’argomento che trattiamo quello su cui mi concetro sono i “viaggi Mayflower”. Credo che i “Padri Pellegrini” siano uno dei principali componenti di questo culto, insieme a moltissimi ebrei e ad altri tipi di “protestante”. Non escludo che ne facciano parte anche dei “cattolici”, ma stenterei a definire i gesuiti come prettamente cattolici.
            L’unico punto debole della strategia che posso vedere è la “singolarità dell’assoluto” – questo culto non può essere definito altro che “male puro” e come tale viene riconosciuto da coloro i quali sono esposti. Abracciare il Male per il proprio tornaconto personale è una cosa, vederlo che cammina per la città fa tutto un altro effetto.
            Conoscevo una persona estremamente curiosa e intelligente. Avrebbe fatto di tutto per la conoscenza e proprio per questo ne accumulava sempre di più. Procedendo nel suo cammino si trovò ad imboccare una strada che gli era stata indicata da persone di cui si fidava e che gli avrebbe consentito di accrescere ulteriormente il suo sapere, approfondendo anche tutta una serie di argomenti di cui sarebbe stato difficile ottenere conoscenza altrove.
            Arrivato ad un livello estremamente elevato improvvisamente e senza alcun motivo apparente questa persona ha interrotto il suo percorso e alle mie domande dirette sulle motivazioni non ho mai ricevuto risposta. Ho sempre pensato che dipendesse da un dilemma morale molto grave che potesse fare aggio sulla conoscenza pura e più ne so più ne sono convinto. (il mio vecchio e i suoi maledetti grembiulini…)

      2. l’islamizzazione dell’Europa risale già quando i musulmani cominciarono a conquistare tutta l’Africa settentrionale, già provincia romana, risalendo poi, attraverso Gibilterra, alla conquista della Spagna e poi a gran parte della Francia dove furono sconfitti da Carlo Martello, altrimenti si sarebbero poi espansi in tutta l’Europa. Altre volte hanno tentato l’invasione e la conquista del nostro continente ma furono sempre bloccati provvidenzialmente, altrimenti a quest’ora saremo tutti col culo per aria a pregare verso La Mecca. E’ nella loro religione previsto di portare il verbo di Allah e il Corano nel mondo, anche a costo di portarli con le guerre e non si arrenderanno mai, neanche in futuro, perchè alla guerra sul campo sono passati all’invasione subdola dei clandestini e al fatto della fertilità delle donne islamiche che porterà inevitabilmente a un futuro islamico se gli stati europei resteranno in letargo e non faranno qualcosa per bloccare questo fenomeno che sta assumendo proporzioni sempre più grandi e che fra non molto non si riuscirà a contrastare

        1. Credo che il piano preveda di “riformare” anche gli Islamici per poi arrivare ad una divinità multi-kulti ecumenica. In fondo per loro è il 1420: un bel Lutero non glielo toglie nessuno, specie se glielo organizza qualcun’altro.

          1. Grazie Antani,

            molto interessante.

            In effetti una spiegazione in termini “razionali”alla spinta a questo suicidio collettivo della società occidentale è inspiegabile se non da qualcosa che trascende, o vuole trascendere, in un qualcosa che ha del Culto. Quindi i riti dei massoni non son solo per farsi le fanciulle…

  1. Ma come, il PD – specialmente l’area renziana che ha voluto fortemente l’inciucio coi grillini – da partito neoliberista quale è, ha sempre criticato il reddito di cittadinanza, ed ora vuole mantenerlo ed estenderlo agli immigrati?

    Certo, per i loro amati immigrati, vale sempre la pena creare deficit e dissestare il bilancio dello Stato, per i cittadini italiani, invece, solo tasse e austerità. Personalmente, sono contrario al reddito di cittadinanza – sia per i cittadini che per i non cittadini – non perché io sia liberista (tutt’altro), ma perché è un’inutile spreco di denaro pubblico che serve a mantenere tanti fannulloni che non vogliono lavorare. E come sappiamo, gli immigrati, generalmente hanno scarsissima propensione a lavorare, per cui grazie al PD chissà quanti parassiti di importazione dovremo mantenere, come se già non ci bastassero quelli di casa nostra.

  2. Werner considera che il rdc è stato il motivo che principalmente ha fatto eleggere i 5s, ora loro governano, ma sanno che se si tornasse alle urne, solo i beneficiari li rivoterebbero per non perdere le entrate economiche. Come giustamente dici i paletti 10/5 anni di permanenza sul suolo italiano inficiavano il godimento agli stranieri e poi credo per gratuito spirito di contraddizione di quella che ufficialmente era l’opposizione. La sinistra dava ugualmente sotto forma di pensioni (anche a giovanissimi, inventando patologie) oppure dimostrando che venivano da paesi “in guerra” insomma non si formalizzavano, gli aiuti per loro ci sono sempre stati, circa 1.000 euro al mese a famiglia. Lo so perché me lo ha detto un bancario addetto alle casse.

Lascia un commento