Segre, senatrice a vita impedisce agli italiani di votare: “Voto sì a fiducia”

Condividi!

Ci risiamo. Ancora senatori a vita che sputano contro la democrazia. Mummie pagate dai cittadini per impedire ai cittadini di votare. Nominati e non votati. Il non plus ultra dell’eversione antidemocratica:

VERIFICA LA NOTIZIA

“Mi accingo a esprimere fiduciosa la fiducia a questo governo”. Lo ha detto la senatrice a vita, Liliana Segre, durante il dibattito sulla fiducia al Conte 2 al Senato.”Vorrei che questo governo nascesse dalla consapevolezza di uno scampato pericolo, dal senso di sollievo dopo che si è giunti sull’orlo di un precipizio e ci si ritrae in tempo. Occorre ripristinare un terreno di valori condiviso nella difesa costante della democrazia e dei principi di solidarietà nati dalla Costituzione e dalla Resistenza”.

Lei difende la democrazia impedendo agli italiani di votare. L’eletta non eletta.

Non avevamo dubbi che questo personaggio nominato senatore a vita dal presidente abusivo della Repubblica avrebbe votato a favore di un governo senza legittimità popolare. Ora il golpe è compiuto ed evidente a tutti.

E anche la senatrice a vita Elena Cattaneo ha annunciato il voto favorevole al governo Conte 2 nel corso del suo intervento in Aula sottolineando la necessità di investire in ricerca e istruzione. “Non è un voto di fiducia organico o incondizionato, ma legato di volta in volta ai provvedimenti”, ha specificato.

Insomma, siamo ad un governo che non ha legittimità popolare che si basa sul voto di senatori non eletti.

Uno non vale uno. C’è qualcuno che non eletto che impedisce agli italiani di votare. E’ un colpo di Stato istituzionale. E’ un attacco diretto alla sovranità popolare.




8 pensieri su “Segre, senatrice a vita impedisce agli italiani di votare: “Voto sì a fiducia””

  1. E vedi un po’ a cosa serve la senatrice a vita giudea: prima era giudea, è morta e la hanno sostituita con un’altra giudea. Chissà come mai. Ma poi, tutte queste coincidenze con così pochi ebrei. Maledetto caso, fa di tutto per metterti in cattiva luce e farti fare al forno.

    1. Sono sempre loro, qualcuno avrà le palle finalmente per dire “EBREI” ad alta voce?
      E riguardo ai presunti “ebrei buoni”, dove sono? Come mai non ci indicano gli “ebrei cattivi”?
      Evidentemente vale lo stesso discorso che si fa per negri e arabi: non siete Italiani e vi fate gli affari vostri, andateveli a fare a casa vostra.

      1. Gli ebrei da sempre minano le fondamenta delle civiltà che li ospitano. Peraltro segando il ramo sul quale sono seduti ed è questa la cosa più assurda.
        Però ritengo che gridare “ebrei” ad alta voce serva solo a fare il loro gioco: sono loro stessi a sbandierare di essere giudei appunto perchè chi li contesti venga bollato di “antisemitismo”.

          1. Ma tu chiediglielo se sono circoncisi, così vedrai che ti tacceranno di antisemitismo e tutto il tuo discorso politico se ne andrà a farsi benedire.
            Intendiamoci, il mio non è un invito ad essere buonisti, ma ad essere un attimino furbi

  2. E sempre la solita storia chi non ha diritto di voto pone il suo veto , questo dimostra cge leggi avete in Italia , e Rosatellum o Porcellum cambia poco ,perché Matteo Salvini non ha fatto una legge elettorale giusta , sapendo che i senatori a Vita sono tutti messi dalla sinistra e perché non ha modificato la consulta dei giudici che sono 7a5 di sinistra ? chi non sa che pianga della sua ignoranza .

Lascia un commento