Salvini è già in piazza: “Vogliamo le urne” – VIDEO

Condividi!

MATTEO SALVINI IN DIRETTA DA MONTECITORIO (21.08.19)

Ora in diretta da piazza Montecitorio!

Posted by Matteo Salvini on Wednesday, August 21, 2019

In diretta da Montecitorio Matteo Salvini invoca il ritorno alle urne: ‘Abbiamo già pronta una manovra da 50 miliardi, tra i 5 punti di Zingaretti non c’è taglio dei parlamentari’

“Qualunque governo nasca sara’ un governo contro la Lega”. Rottura? Erano troppi i no. Poi gli italiani decideranno. Un Governo che nasce contro e’ destinato solo a salvare qualche poltrona”.

Anche domani” sono pronto a confrontarmi con Matteo Renzi e Giuseppe Conte. Cosi’ Matteo continua Salvini. “Sono simpatici coloro che sfidano, bullizzano e poi scappano. Per farlo devi avere un posto per un confronto: le elezioni. Renzi e Conte si confrontino alle elezioni”.

“Mentre altri stanno pensando alle poltrone, noi abbiamo definito la manovra economica. L’abbiamo pronta, una manovra da 50 miliardi”.




5 pensieri su “Salvini è già in piazza: “Vogliamo le urne” – VIDEO”

  1. Mi riferisco al video in piazza, davanti al Palazzo. Che Salvini non fosse un grande oratore questo lo sapevamo tutti ma utilizza le solite 4 parole in croce. Con tutti i temi scottanti che salgono alla ribalta in questo periodo… mi pare che si autocensuri persino. Come avesse paura di sbilanciarsi nei confronti delle toghe, poi ha tirato fuori una battuta da paura: stare all’opposizione è meno faticoso, non è male! Come dire che lui cade sempre in piedi che sia eletto o no per lui va sempre bene. Eh beh certo i suoi 30.000 euro mensili se li becca, che gli frega del popolo nei ghetti. Lui sta in un attico in pieno centro con guardie del corpo e limousine. Complimenti Salvini.

    1. Lavinia 666, hai una bella grinta e ti ammiro, ma sei troppo severa, secondo me; Salvini è un bravo ragazzo, un padre di famiglia e non si può pretendere che faccia il guerriero. O forse lo sarebbe anche, più grintoso, come lo vorrei anch’io, ma non vedo come possa, se non ha collaborazione da nessuna parte.
      Una guerra non si vince da soli. Ma neanche una battaglia. Ma lo vedi che non ci rinviano neanche alle urne? E’ dura imporsi, anche contando sulla maggioranza degli elettori. Infine, il popolo che sempre subisce in silenzio, senza ribellarsi mai.
      Un guaio.

  2. Non vorrei sembrare intransigente, sono perfettamente consapevole che Salvini essendo un padre di famiglia non può esporsi ecc ecc io questo discorso lo avevo affrontato su fb. mesi fa, dicevo che avrebbe dovuto mandare avanti qualcuno sacrificabile, tipo un anziano, Calderoli, in modo che l’Italia potesse avere la testa calda che ci vuole in un momento come questo. Non possiamo permetterci ora di fare le mammolette, bisogna agire. Io la paura gliela leggo negli occhi ma un leader politico deve piantarti gli occhi in faccia e sbranarti verbalmente.

    1. Gli italiani son bravi a commentare e ad arrabbiarsi, ma il tutto si limita a questo. Se vogliamo che Salvin torni, ma soprattutto che l’Italia diventi libera, dobbiamo scendere in piazza. Fare come i gilet gialli, senza commettere atti di vandalismo naturalmente. Ma dobbiamo protestare. Fare qualcosa di molto forte. Ma pensate che abbiamo per altri 3 anni questa gentaglia di sinistra al governo? No, dobbiamo imporci, quello che conta è solo la volontà del popolo. Dobbiamo ribellarci. Subito. Io sono pronta a scendere in piazza. Dite dove e quando

  3. In Svizzera decide il popolo. Vengono sempre fatti referendum quando si deve decidere di questioni di questa importanza. E’ estremamente importante cominciare a ribellarsi. Ad esempio stare qualche ora staccando la corrente. Le aziende protesteranno perchè perdono soldi. E la protesta arriva al governo. Facciamo qualsiasi cosa. Ma stavolta, caro popolo italiano, facciamolo

Lascia un commento