Google ha manipolato le elezioni per fare perdere Trump

Condividi!

“Google ha manipolato dai 2,6 ai 16 milioni di voti per Hillary Clinton nelle elezioni del 2016. Un’azione legale contro Google dovrebbe essere avviata”. Lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, precisando che la sua “vittoria è stata addirittura maggiore di quanto si pensasse”.

Nei giorni scorsi si è scoperto che Google ha redatto una lista nera di siti indipendenti ‘populisti’ che vengono indicizzati in modo peggiorativo rispetto ai competitori progressisti. In certi casi addirittura non compaiono nella ricerca Google.

Essendo un monopolista di fatto, come del resto Facebook nei social, questo condiziona il discorso politico.

Sembra che Trump, finalmente, sia pronto ad utilizzare i suoi poteri per eliminare la censura privata delle multinazionali contro i populisti e a favore dell’establishment.

Ps. I grandi sono tutti autoironici:




5 pensieri su “Google ha manipolato le elezioni per fare perdere Trump”

    1. Lo fanno anche qua. Escono prima le snentite di Butac che le notizie stesse su google…

      Dove poi la smentita della bufala spesso è solo nel titolo e se la leggi non smentiscono un cavolo ma la infarciscono solo di loro opinioni.

Lascia un commento