Trafficanti umanitari disperati: “Ultimo naufragio non ha causato reazione prevista”

Condividi!

I telefonisti dei trafficanti di clandestini si lamentano: l’ultimo naufragio organizzato non ha ottenuto l’effetto sperato.

Ormai non si nascondono:

Speravano in una sorta di delirio collettivo, dimostrano di non avere alcuna connessione con la realtà italiana, proprio come il PD.

Avevano immaginato una reazione simile a quella che portò a Mare Nostrum, e a quasi 1 milione di clandestini traghettati. Per la gioia della mafia nigeriana.

Ma non hanno capito che, in quell’occasione, non c’era stata alcuna reazione popolare, solo mediatica e politica. Stavolta il PD non è al governo, nemmeno in modo abusivo. Inoltre i media indipendenti, grazie ai finanziamenti di Putin, sono molto più forti, e hanno una capacità di penetrazione più profonda, quindi il gioco non ha funzionato. E i trafficanti si lamentano.

L’arroganza del buonismo non ha limite, non solo devi farti invadere, ma vogliono entrarti nel cervello e importi di piangere per gli invasori. Vogliono instillare nei cittadini un senso di colpa che non ha alcun senso. Perché non siamo in presenza di poveri derelitti in fuga dalla guerra, ma di ricchi profittatori che esigono di venire a farsi mantenere.

Anche in questo, l’immigrazionismo dimostra di essere una nuova religione, con le sue liturgie e il suo tentativo di sfruttare il senso di colpa per dominare le masse.




2 pensieri su “Trafficanti umanitari disperati: “Ultimo naufragio non ha causato reazione prevista””

  1. Ho esultato platealmente ma non siamo tutti uguali, molti hanno dei falsi pudori e lo fanno in sordina.
    Riguardo invece la frase che avete scritto sopra, mi permetto di dissentire. “Stavolta il PD non è al governo, nemmeno in modo abusivo” Ecco a me invece sembra che continuino a comandare e a dettare legge, dalla loro hanno poteri forti quali massoni, magistrati che li rimettono in libertà gli assassini e in tal modo possano reiterare, ricchi industriali che in questo frangente si avvalgono di manodopera a prezzo vicino allo 0, sindaci ammiccanti alla politica kalergiana. Dopo la tirata d’orecchio (leggi minaccia bella e buona) nei confronti del verde leader sul caso Diciotti, quest’ultimo è mansueto e fa la riverenza ogni qualvolta agitano la bacchetta europea, tanto che il poverino non ha nemmeno il coraggio di presentarsi ai summit per difendere il suo paese ed il popolo che lo ha votato. Ci vorrebbe un carismatico clone di Puttin per rimettere la maiala teutonica in riga, ma un tenero coniglietto goloso cosa può fare?

Lascia un commento