Cristiana stuprata, torturata e lapidata dai musulmani

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
I musulmani l’hanno rapita, stuprata a ripetizione, torturata per nove ore e poi lapidata. Suzan Der Kirkour, cristiana di 60 anni, residente nel villaggio siriano di Yacoubieh, nella provincia di Idlib, era scomparsa l’8 luglio scorso ed è stata ritrovata il giorno dopo morta da uno dei pochi sacerdoti della zona, l’ultimo lembo di Siria rimasto sotto la minaccia degli estremisti islamici.

Suzan, appartenente come molti cristiani sotto Assad ad una famiglia agiata, insegnava gratuitamente ai bambini della chiesa del villaggio di Knayeh.

La donna è stata torturata per circa nove ore prima di essere lapidata a morte. Gli assassini, non ancora identificati, appartengono quasi certamente alla milizia jihadista di Al-Nusra. A cui l’Italia del Pd ha pagato milioni di euro per liberare le due svampite.




3 pensieri su “Cristiana stuprata, torturata e lapidata dai musulmani”

Lascia un commento