Sindaco PD fuorilegge: iscrive clandestino all’Anagrafe, scontro con prefetto

Condividi!

Un altro sindaco di sinistra che sfida il volere dell’80 per cento degli italiani:

Vanno tutti rimossi. Esiste un magistrato interessato al reato commesso da Giordani a Padova?

Intanto è intervenuta la Prefettura chiedendo l’acquisizione di tutti gli atti pubblici per “verificare la corretta applicazione” della legge.

“L’obiettivo è verificare la corretta applicazione del decreto Sicurezza”, fanno sapere fonti dal Viminale che può valutare un’eventuale impugnativa contro lo strappo di Giordani. Lo stesso Salvini è intervenuto per dire ai sindaci che si aspetta che applichino tutti la legge “anziché fare disubbidienza ideologica”. Il rischio, come fa notare l’assessore regionale Roberto Marcato, è mandare ai cittadini “un messaggio pericolosissimo di contrapposizione tra le amministrazioni locali e lo Stato”. “Evidentemente – fanno sapere dal quartier generale di via Bellerio – il messaggio che è arrivato dalle Europee è rimasto inascoltato, ora ne paghino le conseguenze…”.




Un pensiero su “Sindaco PD fuorilegge: iscrive clandestino all’Anagrafe, scontro con prefetto”

Lascia un commento