Meluzzi smonta il sociologo: “L’Italia sta morendo di immigrazione” – VIDEO

Condividi!

Non vorremmo cadere troppo nel ‘lombrosiano’, ma questo Alessandro Orsini, docente di sociologia della LUISS e autore del bizzarro libro Viva gli immigrati, rappresenta anche fisicamente il declino dell’Occidente: totalmente asessuato. Sembra quasi un cadavere che reagisce in modo automatico a stimoli esterni.

A Meluzzi, con grande scorno del povero Vauro, sono bastati 2 minuti per affossare le bizzarre e fumose teorie del sociologo:

Se avesse ragione Orsini, l’Africa sarebbe il continente più ricco del mondo. Invece non lo è. Nonostante sia, invece, il più ricco di risorse del sottosuolo. Perché conta la qualità di una popolazione, non il numero. Se porti africani in Italia, trasformerai l’Italia in Africa. Con la differenza che la nostra penisola è già sovrappopolata e priva di risorse naturali.

Sarebbe un inferno. Chi pensa che l’immigrazione sia una risorsa merita il castigo di Kek.

L’immigrazione sta agendo da freno all’innovazione tecnologica in Italia. Le società, nella storia, hanno fatto salti in avanti solo con l’arricchimento delle classi medie e povere, e questo avviene solo in caso di scarsità di manodopera che impone un salto tecnologico per aumentare la produttività.

Oggi, invece, avviene il contrario: si riforniscono sedicenti imprenditori di migliaia di africani low-cost. Questo impedisce ogni investimento in tecnologia. Ogni aumento dei salari. E quindi ogni salto in avanti.

L’Impero romano non progredì in campo tecnologico proprio per la presenza di schiavi: la tecnologia c’era, già gli scienziati greci conoscevano l’utilizzo del vapore come mezzo di locomozione. Ma non veniva applicato al lavoro perché c’era chi lo faceva a basso costo. E qui, siamo ancora.




Un pensiero su “Meluzzi smonta il sociologo: “L’Italia sta morendo di immigrazione” – VIDEO”

  1. Uhm, farsi invadere da mezza Africa per contare di più a livello internazionale: un ragionamento “brillante”. Poi parla di declino ventennale: sono più di vent’anni che l’Italia accoglie immigrati, e dal 2001 registra annualmente valori di PIL tra lo zero e il negativo, quindi quali benefici ci ha portato l’immigrazione, per giunta regolare? Sembrerebbe nessuna, anzi gli immigrati erodono il nostro stato sociale.

    Per carità, ognuno è libero di manifestare il proprio pensiero, ma a tutto esiste un limite, e dire “viva gli immigrati” è pericoloso, oltre che da TSO.

Lascia un commento