Gli scafisti vogliono usare la Marina come taxi con la complicità di Trenta

Condividi!

Per questo Salvini, presa nota di una Trenta fuori controllo, ha destinato come porto di sbarco Genova, così da tenere lontana la Fulgosi:

Nell’ultimo caso, Alarm Phone creò la totale invenzione della bambina morta a bordo di un barcone. Sappiamo, per confessione dei loro complici di Sea Watch, che la fake news aveva una motivazione evidente già all’inizio:

SeaWatch ammette: “Diffusa notizia (falsa) di bimba morta per fare intervenire Marina” – VIDEO

Era una trappola in cui la Trenta è caduta.

Abbiamo un complesso quasi militare che condiziona le autorità militari di un Paese sovrano, costringendole a traghettare in Italia 100 clandestini, diffondendo farse informazioni: questa è guerra, signori.

Del resto, Alarm Phone è stata fondata da un noto trafficante di droga:

Alarm Phone, il radiotaxi per scafisti fondato dal trafficante di droga

Curiosamente, per la prima volta non è stato il barcone a mettersi subito in contatto con il Radiotaxi degli scafisti, ma solo dopo l’individuazione dello stesso da parte dell’aereo da ricognizione dell’ong SeaWatch, il Moonbird che parte da Malta e indirizzava i barconi verso le ong prima, e le navi della Trenta ora.

Domanda: l’aereo ha lanciato un satellitare? Ha lanciato volantini col numero? O era tutto organizzato, compreso il falso annegamento di una bambina mai esistita?

Non sarebbe un problema per loro, visto che lo fanno per abitudine:

Ong inventano 2 annegamenti mai avvenuti – VIDEO

Non è reato inventarsi un falso naufragio per condizionare la politica estera italiana? Lo chiediamo ai magistrati.

E non è eticamente irresponsabile che i media riportino come oro colato le false notizie diffuse da un’ong sotto inchiesta e un’organizzazione fondata da un trafficante di droga?

Giornalisti: avete un minimo di pudore?

Ovviamente, siamo a questo punto perché non in grado di agire da paese sovrano e riportare indietro i clandestini da soli, dovendo appaltarlo ai libici. E’ penoso. Finché non lo faremo, coi decreti possiamo anche pulirci quel che non si dice.

Genova invasa dagli spacciatori africani – VIDEO

Poi c’è il caso Trenta-Marina. Il fatto che Salvini abbia spedito la nave protagonista di questa impresa a Genova è un chiaro segnale che questo recupero è avvenuto nonostante Salvini.

A questo punto: blocco navale con respingimenti diretti in sicurezza, smantellamento di Alarm Phone con la collaborazione degli altri Paesi e richiesta a Malta di sequestrare Moonbird, come del resto già avvenuto.




Lascia un commento