“Abbiamo bisogno di più immigrati perché italiani non vogliono lavorare nei campi”

Condividi!

Eccone un altro:

Questi vogliono avere via libera per sfruttare e distruggere il territorio attraverso chi loro sfruttano.

Sveglia, nel mondo sviluppato sono arrivati i robot!

Invece di meccanizzare la raccolta e pagare locali il giusto – magari studenti o disoccupati -, preferiscono importare altri ‘negri’.

Che accettano paghe da fame e condizioni di lavoro indecenti perché non devono pagarsi una casa, vivono in baraccopoli o tendopoli magari realizzate poi a spese dei contribuenti.

Non trovate vergognoso che questi chiedano di importare lavoratori da sfruttare, e poi non paghino nemmeno per ospitarli, scaricando tutto sulla collettività?

E la cosa più sconvolgente è che li accontenteranno. Salvo poi essere costretti a radere al suolo l’ennesima baraccopoli della mafia nigeriana sparpagliandone gli ospiti in strutture pubbliche a spese dei contribuenti.

La Coldiretti si lamenta – giustamente -, per le massicce importazioni di prodotti stranieri che danneggiano l’agricoltura italiana: ma se l’alternativa è importare ‘negri’, allora…




Un pensiero su ““Abbiamo bisogno di più immigrati perché italiani non vogliono lavorare nei campi””

  1. Se i nostri agricoltori non riescono a competere con l’estero bisogna creare delle barriere doganali e diminuire le tasse per permettergli di automatizzare il piu’ possibile e pagare correttamente gli italiani. Prendere degli africani analfabeti e nullatenenti che lavorano a poco costo ma che gravano sulla comunità (noi) per la casa, il vitto, le cure mediche (sempre abbondanti nel loro caso, al paesello prima di andare in ospedale devono rischiare di perdere un braccio, da noi ci vanno se sono ciucchi o hanno il mal di testa, tanto é tutto gratuito) , la scuola per i bocia ergo mantenere la loro famiglia e dulcis in fondo dargli la cittadinanza con la speranza di una futura integrazione NON E’ UNA SOLUZIONE anche perché ovviamente crea enormi problemi di convivenza. Non ci vuole Einstein per capirlo. Se nel resto del mondo l’immigrazione é percepita come una minaccia , le cittadinanze si danno con il contagoccie e la proprietà privata di case e terreni non é permessa agli stranieri una ragione ci sarà. O siamo noi che siamo dei geni e loro dei deficenti o viceversa. Scegliete voi !

Lascia un commento