Facebook censura video Salvini: attacco alla democrazia

Condividi!

Questo è un attacco da parte di una multinazionale al processo democratico di un Paese sovrano, visto che, oltretutto, avviene in periodo elettorale.

Si tratta dell’ennesima intromissione di facebook nel processo elettorale italiano, dopo la cancellazione di pagine, profili e post di politici e siti indipendenti.

Ovviamente, il noto stalker digitale esulta.

Al di là del video, che mostra la realtà quotidiana, e la realtà quotidiana non dovrebbe mai essere censurata, è evidente l’intento di facebook di condizionare il processo elettorale italiano.

Questo è un atto gravissimo. Si vieta ad un partito politico la pubblicazione di un video in campagna elettorale.

E siccome facebook è di fatto un monopolio, è urgente un intervento legislativo molto semplice. Se il signor Z. vuole operare in Italia, oltre a pagare le tasse che invece elude attraverso l’Irlanda, deve anche rispettare le leggi italiane, compreso l’articolo 21 della Costituzione.

Ergo: si deve vietare la discriminazione degli utenti su base politica. Nessun post, profilo o pagine deve potere essere cancellato se non viola le leggi italiane.

Ps. Questo è molto grave:




Lascia un commento