ISIS, strage Utrecht al grido “Allah Akbar”: risparmiato marocchino

Condividi!

Ricapitoliamo cosa è accaduto oggi a Utrecht, nei Paesi Bassi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un immigrato turco – mentre scriviamo torna ad essere esclusa la presenza di altri terroristi islamici – ha sparato sui passeggeri di un tram.

Secondo il giornale olandese Het Parool, l’islamico ha gridato “Allah Akbar” e risparmiato un passeggero, evitando di colpirlo, quando questo l’ ha avvisato di essere marocchino: voleva uccidere solo infedeli.

Il terrorista si chiama Gökmen Tanis, nato il 2 luglio 1981 a Yozgat, in Turchia. E’ stato a combattere in Cecenia.

E’ arrivato in Olanda alcuni anni fa e sembrava poco integrato nella società olandese, vivendo in una posizione relativamente solitaria. Era stato arrestato alcuni anni fa dalla polizia olandese per i suoi collegamenti con lo Stato islamico.

Il 4 marzo era comparso in tribunale per uno stupro.

Ha risposto all’appello alla vendetta di Erdogan dopo l’attacco contro la moschea di Christchurch, nota per avere radicalizzato due terroristi islamici di Al-Qaida.

Eppure, i media italiani vorrebbero darci ad intendere che si tratta di un ‘movente passionale’. Come no.




Lascia un commento