Anziani picchiati a sangue e stuprati da gang di 12 africani

Condividi!

Le gesta criminali della banda di marocchini erano terminate lo scorso agosto. Erano specializzati nell’assaltare, di notte, abitazioni di anziani, picchiandoli a sangue, a volte anche solo per rubare pochi monili.

Ma ulteriori indagini hanno restituito uno scenario ancora più esteso. E agghiacciante.

Come nella rapina di Arquà Polesine, dove marito e moglie erano stati fatti oggetto di una ferocia davvero inaudita. Brutale.

La donna, in particolare, era stata picchiata con una pala da fornaio sino a quando il pesante attrezzo non si era rotto per la violenza dei colpi, all’ennesimo terrificante fendente vibrato contro la sua schiena. Una delle caratteristica della banda, infatti, era quella di usare come armi attrezzi e arnesi trovati nella case delle vittime.

Un pool investigativo di 50 uomini indagava, prima dell’arresto, per mettere fine al terrore che la banda stava causando nel nordest.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ora alla banda di marocchini sono addebitate 18 rapine in abitazione e 11 furti. Complessivamente la banda sarebbe stata composta da 12 marocchini. In un caso, nel Veronese, la banda ha anche cercato di stuprare la anziana vittima, non riuscendo per fortuna nell’intento.

Andrebbero messi su un aereo e poi scaricati in volo. Senza paracadute. Non prima di averli sodomizzati con una mazza da baseball. Dite che è troppo violento? Trentasei anziani pestati a sangue non sarebbero d’accordo.




Lascia un commento