Stuprate da 100 islamici, bimba di 10 anni incinta

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Marwa Kedr è una bambina di 10 anni yazida, quindi ‘infedele’, rapita come altre migliaia di cristiane e yazide durante l’avanzata islamica.

La bambina è stata stuprata e messa incinta dai miliziani di ISIS.

Ora la zia rivela: i bambini frustati dalle mogli (islamiche) dei jihadisti e stuprate da cento uomini.

Quando venne rapita, ad un posto di blocco islamico, i maschi adulti vennero sepolti vivi, le donne e i bambini prese dai jihadisti come schiavi sessuali.

I ‘pezzi’ più pregiati erano le femmine dai 10 ai 20 anni.

La zia, che è fuggita recentemente dall’ultima sacca di resistenza islamica, ha raccontato di avere visto la bambina l’ultima volta nel 2014, poco dopo il rapimento, quando venne portata nella capitale del Califfato Raqqa. Per diventare la schiava sessuale dei jihadisti.

Lì, come altri prigionieri hanno rivelato alla zia, sarebbe stata stuprata da oltre cento uomini prima di rimanere incinta. Destino comune a tutte le bambine/ragazzine/ragazze/donne ‘infedeli’.

Anche la zia è stata venduta decine di volte e fatta sposare molte volte. Stuprata sotto la minaccia di fare del male alle proprie figlie. La donna ha rivelato di veri e proprie ‘magazzini’ di donne infedeli comprate e vendute dai musulmani.

Facciamoli entrare. Apriamo i porti.




Lascia un commento