Aquarius, riesame: abiti dei migranti erano infetti con la Scabbia

Condividi!

Secondo il Tribunale del Riesame di Catania non ci fu traffico e smaltimento illecito di rifiuti da parte dei responsabili della nave Aquarius delle Ong Sos Mediterranee e Medici senza frontiere ma, ‘solo’, smaltimento di abiti e coperti infetti

VERIFICA LA NOTIZIA

I giudici hanno infatti stabilito che gli abiti e le coperte utilizzati dagli immigrati andavano smaltiti in modo differenziato, ma non potevano considerarsi “rifiuti speciali”, categoria per la quale si può parlare di traffico e smaltimento illecito. I giudici hanno riconosciuto che tra le coperte e gli abiti sono stati individuati i parassiti che trasmettono la scabbia.

La Aquarius è comunque ferma a Marsiglia da mesi, dopo che è rimasta senza bandiera, perché illegale.




Lascia un commento