Gennaio: sbarchi crollati del 100%, da 1.000 a ZERO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
E’ un dato che ha del clamoroso. Nella prima settimana di gennaio, gli sbarchi sono crollati del 100%.

Detta in un altro modo:

2019: ancora nessuno sbarco, prima volta in 10 anni

E c’è da aggiungere quelli che l’anno scorso erano sbarcati ‘oggi’:

PD scatenato, prelevati altri 300 clandestini in Libia: servono ‘nuovi elettori’

Come nel 2017. Mentre oggi non è – ancora – sbarcato nessuno.

Significa 1.000 clandestini in meno arrivati in una settimana. Significa 1.000 ospiti in meno da mantenere. Per la mafia nigeriana significa mille spacciatori in meno sulle strade.

E per le coop di Pd, Vaticano e ‘ndrangheta, invece, significa un incasso perduto di 35 milioni di euro: solo per ospitare mille clandestini per un periodo medio di 3 anni. Ecco perché vogliono riaprire i porti.

Tutto questo è stato raggiunto, grazie alla politica dei porti chiusi. Ma, come ha detto Salvini, basta poco per riprendere il traffico. Basta lasciare sbarcare i clandestini delle due ong tedesche ferme a Malta.

Le Ong e la mafia nigeriana non aspettano altro che cogliere un segnale di debolezza. A quel punto saprebbero che basta stare qualche giorno in mare per commuovere il Di Maio di turno.

La tratta si ferma solo non mollando di un millimetro ai ricatti dei vicescafisti e dei loro magnaccia che parassitano giornali, media, stanze d’oltretevere e che hanno il loro riferimento culturale e finanziario a Lagos.

Chi aiuta i clandestini sta con la mafia nigeriana. E contro l’Italia. E’ un nemico del Popolo.




Lascia un commento