Strage discoteca, il 17enne sudamericano è già libero

Condividi!

E’ stato rimesso in libertà il 17enne sudamericano accusato di avere usato lo spray urticante che ha provocato il fuggi fuggi mortale alla discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, in cui sono morte sei persone.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il ragazzo, fermato per spaccio di droga, e già accusato di furti, è comparso davanti al gip del Tribunale minorile di Ancona che ha convalidato l’arresto, ma ha rimesso in libertà l’adolescente straniero perché non c’erano i presupposti per la custodia cautelare.

Ha solo spacciato. Ed è solo indagato per avere fatto una strage. Traini, senza vittime, non è mai uscito di galera.

Il diciassettenne dominicano è stato denunciato anche per rapina.

E’ stato riconosciuto da alcuni minorenni come uno dei due ragazzi che, assieme a una ragazzina, li ha rapinati nella notte di Halloween a Senigallia.

Secondo quanto illustrato dal Corriere Adriatico il gruppo di ragazzini era stato avvicinato dai tre che inizialmente avevano chiesto dei soldi e al loro rifiuto li avevano minacciati con una bottiglia e schiaffeggiati; una volta raccolto una trentina di euro i tre si erano poi dileguati facendo perdere le proprie tracce.

Spacci, rapina e causa (non ancora accertato) 6 vittime. Ma è libero.




2 pensieri su “Strage discoteca, il 17enne sudamericano è già libero”

  1. TRAINI 12 ANNI SENZA MORTI AMMAZZATI MA LA COLPA È DEI MACERATESI CHE NON HANNO PROTESTATO CHE NON L’ANNO DIFESO OCCUPANDO IL TRIBUNALE DENTRO E FUORI PERCHE SONO CODARDI STRONZI LASCIANDO SOLO TRAINI.

Lascia un commento