Migrante vandalizza tomba della piccola vittima dei terroristi islamici

Condividi!

Ebba Åkerlund è la bambina di 11 anni morta nell’attentato islamico di Stoccolma:

Morire di integrazione a 11 anni, senza profughi Ebba sarebbe viva

A colpire fu il profugo Rakhmat Akilov. Ora un altro immigrato è impegnato a distruggere sistematicamente la tomba di Ebba. Invece di essere espulso, viene ogni volta rilasciato dalla polizia: ancora e ancora.

È il padre di Ebba, Stefan, che, in un messaggio su Facebook, attacca il comportamento della polizia nei confronti dell’autore, che in più di 30 (!!!) occasioni ha vandalizzato la tomba di Ebba.

Ogni volta l’uomo è stato arrestato dalla polizia ma ha reiterato i fatti dopo essere stato rilasciato dopo un’ora di interrogatorio.

Secondo Stefan, questo è lo stesso schema che dura da sei mesi: l’uomo rompe, vandalizza la tomba di Ebba, viene arrestato dalla polizia ma viene immediatamente rilasciato. Stefan pone una serie di domande aperte alla polizia e ad altri funzionari, che possono essere riassunte come segue:

Come mai l’uomo condannato all’espulsione non ha mai lasciato il paese?

Perché non viene condannato a un anno di prigione, come dichiarato nel giudizio, se viola l’ordine di espulsione?

Perché l’espulsione non viene eseguita e perché viene rilasciato in libertà nonostante i reati?

Nell’articolo su Facebook, Stefan accusa i politici nazionali del paese responsabili della morte di sua figlia, cosa che potrebbe accadere di nuovo semplicemente a causa del tipo di inazione che ora si ripete con chi devasta la tomba di Ebba.

Hur kan det komma sig att en person som döms för utvisning och inte får återkomma till Sverige före 2019-02-27 aldrig…

Posted by Stefan Ebbas Pappa on Sunday, November 4, 2018




Un pensiero su “Migrante vandalizza tomba della piccola vittima dei terroristi islamici”

  1. IL PADRE DI EBBA DOVREBBE FARSI GIUSTIZIA DA SOLO APPOSTANDOSI VICINO LA SEPOLTURA E FARLO FUORI NON APPENA SI FACCIA VIVO PERCGE ORMAI LA GIUSTIZIA DOBBIAMO FARLA DI PERSONA CONTRO CRIMINALI ISLAMICI MUSULMANI DEMONIACI DI MERDA ALLAH MAIAL.

Lascia un commento