Il clandestino che l’ha stuprata esce di galera: “Vuole vendicarsi”

Condividi!

Violentata da un clandestino otto anni fa mentre stava rientrando a casa da lavoro, ora è abbandonata dallo Stato: “Sta per uscire di prigione e ora vuole vendicarsi”.

VERIFICA LA NOTIZIA

La vittima venne sequestrata a Milano da un immigrato egiziano senza fissa dimora, trascinata in uno scantinato e violentata per diverse ore.

Già in passato l’egiziano aveva molestato altre ragazze e, prima della violenza, la donna lo aveva denunciato per stalking. Per niente: “Me lo trovavo sempre dovunque, sotto casa. Ha usato ogni tipo di violenza, fisica, psicologica e morale”, ha dichiarato la vittima ai microfoni di Stasera Italia.

“Aveva documenti irregolari. Era già stato pregiudicato per altri reati, ma di fatto non era mai stato rimpatriato”.

Dopo cinque anni di carcere, incredibilmente, l’egiziano condannato per lo stupro sta per ritornare libero: “Altre persone mi hanno detto che quando uscirà vorrà sicuramente vendicarsi. Vivendo nello stesso indirizzo mi rintraccerà facilmente”.

“Lo Stato ad oggi non mi protegge. Vedo che sta facendo tanto per il reintegro di questa persona nella società, ma non per me vittima”, ha concluso amaramente.

Invece di sbatterlo fuori in Egitto, va ‘reintegrato’ nella società? Ma che c’entra un egiziano, che stupra, con la nostra società. Lo vogliamo fuori dai coglioni.




Lascia un commento