Aquarius, Salvini: “Vada dove vuole, non in Italia”

Condividi!

Trafficanti umanitari che ricattano gli Stati sovrani su mandato di oscuri finanziatori che esigono la ripresa del traffico dalla Libia all’Europa.

“Nave ong Aquarius con altri 141 immigrati a bordo: proprietà tedesca, noleggiata da Ong francese, equipaggio straniero, in acque maltesi, battente bandiera di Gibilterra. Può andare dove vuole, non in Italia! Stop trafficanti di esseri umani e complici, #portichiusi e #cuoriaperti”. Lo scrive su Twitter il ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Il post di Salvini fa seguito a quello del ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli che, sempre su Twitter, ha invitato la Gran Bretagna a farsi carico dell’imbarcazione con a bordo 141 migranti: “L’ong Aquarius è stata coordinata dalla guardia costiera libica in area di loro responsabilità. La nave è ora in acque maltesi e batte bandiera Gibilterra. A questo punto il Regno Unito si assuma le sue responsabilità per la salvaguardia dei naufraghi”.

Naufraghi?




Vox

Un pensiero su “Aquarius, Salvini: “Vada dove vuole, non in Italia””

Lascia un commento