Bergoglio invita ad adottare un profugo, rivolta social: “Portateli in Vaticano”

Condividi!

L’onda populista travolge l’ipocrisia di Bergoglio. Inarrestabile. I commenti al solito delirante tweet pubblicato dall’account ufficiale di Bergoglio – in cui linka un’iniziativa della Carita$, in cui si invita a dare ospitalità ai sedicenti rifugiati – sono quasi tutti dello stesso tenore: “Ospitali tu in Vaticano” fino a “Pensa anche agli italiani, non solo agli immigrati”.

Già. Perché non se li porta in Vaticano? Perché non ci restituisce i soldi dell’8 per mille, il miliardo che ogni anno ci viene truffato con il sistema del silenzio assenso?

La stessa ‘rivolta’ sui social si era scatenata nei giorni scorsi quando il Cardinale Ravasi, estrapolando un passo del Vangelo ‘Ero straniero e non mi avete accolto’, per esprimersi sulla vicenda della nave Aquarius e sulla chiusura dei porti decisa dal ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini, è stato sommerso di proteste. Giustamente. Perché hanno stufato. Ce li hanno spappolati da anni.

Tra l’altro nessuna volgarità. Una ferma e civile protesta contro l’ipocrisia di chi accoglie col culo degli altri:

Non si rendono conto dello sdegno che sta percorrendo la società italiana. La Chiesa verrà travolta se non torna ad interpretare i bisogni del suo popolo.




Lascia un commento