Il vittimismo islamico non funziona con gli Ebrei, solo con l’Occidente decadente

Condividi!

L’ambasciatore israeliano in Turchia è stato convocato al Ministero degli Affari esteri per chiedergli di lasciare il Paese, “a causa dei morti a Gaza”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dopo lo spostamento dell’ambasciata Usa a Gerusalemme e i 61 palestinesi uccisi dai soldati israeliani nell’assalto alle frontiere tra Israele e Gaza. Ankara ha già richiamato i suoi ambasciatori in Usa e Israele.

Quello che sta avvenendo tra ebrei e musulmani in Palestina è indicativo di due modi di porsi rispetto

I palestinesi, come ha detto l’intellettuale francese Zemmour, “utilizzano i codici mediatici dell’Occidente che venera le vittime”, in effetti la religione dell’Europa post-moderna è il ‘vittimismo’ in tutte le sue forme. Basti vedere con quanto successo è utilizzato da chi prende d’assalto le nostre coste e i confini terrestri.

Il loro problema è che non si trovano difronte gli europei, ma gli israeliani. E il loro problema è che gli ebrei di oggi sono gli europei di ieri, quelli senza peccato originale. Che non hanno il ‘senso di colpa’, e che quindi non venerano la ‘vittima’, ma la forza. E in questo modo agiscono.




Un pensiero su “Il vittimismo islamico non funziona con gli Ebrei, solo con l’Occidente decadente”

Lascia un commento