Nigeriano si masturba sul bus, autorità rassicurano: “Aveva urgenze”

Condividi!

I carabinieri di Canazei hanno identificato l’africano che si è reso protagonista di questo episodio:

Africano si masturba sul bus, passeggeri diffondono video: “C’erano bambini”

I militari sono risaliti a un nigeriano di 38 anni che vive e lavora in Val di Fassa con un regolare permesso.

Le autorità hanno voluto rassicurare le donne che “non esiste alcun pericolo sociale, le donne non devono avere paura di salire sui mezzi pubblici”.

Perché il nigeriano sarebbe stato “vittima di una mancanza di autocontrollo” che in quel momento lo ha indotto a compiere il gesto osceno su un mezzo pubblico.

Capito, state tranquille, aveva solo una ‘urgenza’.

Comunque, il cittadino africano “ha ammesso la responsabilità” ed ora, come il terrorista islamico di Trieste, è in cura presso una struttura di recupero della Provincia di Trento perché gli atti osceni sono stati depenalizzati dal PD..

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo i carabinieri, il nigeriano potrebbe aver ricevuto qualche immagine sul cellulare e non è riuscito a controllarsi. Non si sarebbe reso conto neanche di dov’era e che qualcuno lo stesse riprendendo.

Ma è possibile dovere leggere simili sciocchezze? Chi è il dirigente politico che ha imposto ai carabinieri di ridicolizzarsi con queste dichiarazioni?




Lascia un commento