Chiesa di Scozia contro moschea: “Islam incompatibile con noi”

Condividi!

La prima moschea delle Ebridi esterne aprirà quest’estate dopo che una campagna di raccolta fondi ha raccolto oltre 50.000 sterline online.

Questo, nonostante l’opposizione dei cittadini e della Free Presbyterian Church che esorta i suoi fedeli a pregare perché “nessuna moschea possa mai aprire a Stornoway”, la città principale dell’isola di Lewis nelle Ebridi esterne.

Profughi siriani ricollocati in piccola isola scozzese: vogliono moschea

Aihtsham Rashid, l’islamico ‘inglese’ dietro il progetto di costruzione della moschea, è stato contattato dalla piccola comunità siriana di Lewis, quasi interamente composta dalle sei famiglie di profughi arrivati di recente.

Il signor Rashid ha dichiarato: “Contro ogni previsione e contro l’opposizione della Chiesa di Scozia, abbiamo ora ottenuto un permesso di costruzione”

VERIFICA LA NOTIZIA

“Se una moschea apre, l’Islam può essere promosso tra di noi attraverso il culto pubblico, anche se le sue credenze e pratiche sono estranee alle credenze religiose della stragrande maggioranza della nostra comunità”, accusa la Chiesa presbiteriana in un comunicato.

La Chiesa ha dichiarato che l’Islam è “totalmente incompatibile” con i valori locali ed è “contrario alla religione cristiana”.




Lascia un commento