Violenze rosse, ricetta Lega: “Chiuderemo i centri sociali”

Condividi!


La ricetta della Lega: chiudere i centri sociali
– «Non voglio neanche dedicare un secondo per commentare l’atteggiamento di questi violenti che vogliono riportarci al passato, preferisco parlare dell’Italia che vorrei e del fatto che quando ci sarà il governo Salvini poliziotti e carabinieri, oggi mal pagati e mal equipaggiati, non dovranno occuparsi di questi figli di papà, ma di garantire la sicurezza di imprenditori, commercianti e semplici cittadini che sono in balia di illegalità e delinquenza»: lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite ieri a Piombino, Cecina, Livorno e Pisa per la campagna elettorale.

VERIFICA LA NOTIZIA

«C’è chi ha paura di qualcuno che è morto settant’anni fa – ha proseguito il leader della Lega riferendosi agli antifà – e c’è una parte di sinistra che, sapendo che è sconfitta, cerca la rissa. Ma noi non rispondiamo, andiamo avanti perché la gente perbene è con noi e a Milano saremo in piazza con mamme e bambini, in un clima di totale serenità».

«Un attacco vile – ha spiegato il candidato leghista alla Camera Lorenzo Gasperini, che corre per la provincia di Livorno – e inaccettabile. In un Paese democratico manifestazioni non autorizzate come questa non avrebbero modo di essere organizzate. Cosa certa è che se andremo al governo chiuderemo tutti i centri sociali, spesso protetti dalla sinistra e anche dal Movimento cinque stelle, come accade a Livorno».




Lascia un commento