Roma: Esquilino è zona di guerra, lo ammette anche il Comune

Condividi!

La certificazione che l’Esquilino, uno dei quartieri di Roma, è ormai una enclave straniera: zona di guerra. Questo il significato dell’adozione da parte dell’Amministrazione comunale del ‘daspo urbano’ contro il degrado e la violenza a piazza Vittorio di cui si è parlato stamattina in prefettura durante il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Alla riunione, durata circa 2 ore, hanno partecipato tra gli altri il sindaco Virginia Raggi, il questore Guido Marino e il comandante provinciale dei carabinieri, generale Antonio De Vita. A piazza Vittorio, nel rione multietnico Esquilino, al centro di Roma, nei giorni scorsi è stata violentata una clochard tedesca e da tempo non solo comitati di residenti ma anche attori e registi si stanno mobilitando contro il degrado: gli stessi attori e registi che propagandano la società multietnica, senza viverla.

“Non potete baciarvi davanti la Moschea”, coppia pestata a Roma

Stanno crescendo nelle nostre città dei tumori. Quartieri multietnici dove gli italiani non possono entrare. Piccole Gaza nel cuore dell’Italia.




Lascia un commento