‘Stop Soros’, legge ungherese punirà Ong che aiutano clandestini

Condividi!

Pene severe per le Ong che forniscono assistenza ai clandestini e sanzioni anche per gli aiuti umanitari che favoriscono la presenza sul territorio di chi non ne ha diritto: è quanto prevede il pacchetto di leggi presentato al Parlamento ungherese dal governo di Viktor Orban.

In sintesi: se aiuti Oseghale a stare qui, ti puniamo. Se sei la sua vacca da mungere, ti puniamo due volte.

SOROS ESPULSO DALL’UNGHERIA, GLI SARA’ VIETATO INGRESSO

Il piano anti-immigrazione è stato battezzato “Stop Soros!” in forma di protesta contro lo speculatore miliardario George Soros, che ha destinato decine di miliardi di fondi per promuovere la sostituzione etnica in Europa, con un occhio particolare per l’Ungheria.

Soros ha in tasca 14 parlamentari italiani più Kyenge

Lo speculatore Soros è accusato da Orban di voler favorire, in Ungheria e nel resto d’Europa, l’immigrazione musulmana di massa. Fra le misure annunciate nel pacchetto c’è anche un’imposta del 25% sui finanziamenti ricevuti dall’estero e altre sanzioni fra cui il veto che colpisce quelle ritenute “agenti stranieri”. Una legge simile a quella approvata in Russia per evitare una rivoluzione colorata.

VERIFICA LA NOTIZIA




Lascia un commento