Sacchetti bio, Governo: ok monouso da casa, basta che li compriate dai loro amici

Condividi!

Patetici: “Non siamo contrari al fatto che il cittadino possa portare i sacchetti bio da casa, a patto che siano monouso e idonei per gli alimenti”, così Giuseppe Ruocco, segretario generale del ministero della Salute, chiarisce la posizione del dicastero sul caso dei sacchetti bio per frutta e verdura.

L’importante è che li compriate, finanziando la società della manager vicina a Renzi. Che li portiate da casa o li prendiate in negozio, per il PD è lo stesso.

VERIFICA LA NOTIZIA

Spetterà al titolare dell’esercizio commerciale “la facoltà di verificare l’idoneità dei sacchetti monouso introdotti”.

Certo, ora i commercianti dovranno anche fare i guardiani per conto del ministero.

Intanto l’ad di Novamont contrattacca all’accusa di favori da parte del governo: “La ritengo una tesi oltraggiosa. Vergognosa. Che si possa connotare politicamente la volontà del governo di recepire una direttiva comunitaria denota a che punto siamo arrivati. Fare carne da macello, per finalità prettamente elettorali, di un brevetto nostro e di una tecnologia patrimonio per il Paese a livello mondiale, offende il lavoro di questi ultimi venti anni”. E sul fatto che la nomina a presidente della società a controllo pubblico Terna, giunta quando al governo c’era Matteo Renzi, spiega: “Ho accettato quella nomina dopo grandi perplessità. Me l’hanno chiesto più volte. Ero scettica. Col senno di poi sono orgogliosa di quello che abbiamo costruito. Ho compreso la necessità di una contaminazione tra energia, chimica, agricoltura. È la rivoluzione dell’economia circolare”.

L’economia circolare.




Lascia un commento