Esperti: aumento età pensionabile per sostenere costi immigrazione

Condividi!

C’hanno sempre raccontato la barzelletta che “gli immigrati ci pagheranno le pensioni”, fior di demografi ed economisti hanno confutato la bizzarra tesi:

Demografo: “Immigrati bomba demografica e non ci pagheranno pensioni” – LEGGI

Ora che dalla teoria si inizia a passare alla pratica, ecco che la realtà si scopre essere un’altra. I crescenti costi della crescita della popolazione in Svezia, quasi esclusivamente a causa delle migrazioni di massa, hanno costretto il governo a prendere seriamente in considerazione l’innalzamento dell’età pensionabile nazionale per coprire i costi aggiuntivi.

Magdalena Andersson, ministro delle finanze del Partito socialista svedese, ha annunciato che l’età pensionabile verrà probabilmente aumentata nel prossimo futuro per compensare l’aumento dei costi sociali dovuti all’immigrazione.

Il ministro ha fatto le sue osservazioni in seguito ad una relazione economica del consiglio delle autorità locali e dipartimentali (SKL) rilasciata all’inizio di questa settimana. Il rapporto afferma che il welfare state crescerebbe più velocemente delle entrate fiscali a causa del drammatico aumento della popolazione svedese.

VERIFICA LA NOTIZIA

A causa dell’afflusso di migranti durante la crisi migratoria e l’aumento del tasso di natalità della Svezia, la popolazione del paese è cresciuta più rapidamente di quasi tutti gli altri paesi europei. E non è un bene.

Perché l’aumento demografico non è positivo in sé. La qualità di questo aumento è positiva o negativa.




Lascia un commento