Apre ‘museo del fascismo’, Anpi protesta

Si svela sabato, con una mostra che illustrerà il progetto, il percorso che, nelle intenzioni dei promotori, porterà a realizzare nella monumentale Casa del Fascio di Predappio (Forlì-Cesena), paese natale di Mussolini, di un centro di documentazione sui totalitarismi del Novecento, sotto la direzione di Marcello Flores. L’iniziativa è osteggiata dall’Anpi. Figurarsi se un’iniziativa storica o culturale non ottusa non veniva ‘osteggiata’ dai partigiani in tempo di pace.

VERIFICA LA NOTIZIA
Il neo presidente Carla Nespolo ha espresso “ferma contrarietà ad una iniziativa che rischia di configurarsi come celebrativa della dittatura fascista, seppure al di là dell’intenzione dei promotori. Già oggi Predappio è infatti meta di vergognosi pellegrinaggi nostalgici che sarebbero sicuramente favoriti e intensificati dal museo così come prospettato”.

L’obiettivo dichiarato da anni dal sindaco di Predappio, Giorgio Frassinetti (Pd), è innanzitutto quello di recuperare lo storico edificio, attualmente fatiscente, nel centro del paese, poi trasformare Predappio da una meta di pellegrinaggi in camicia nera a un luogo di studio e divulgazione. Dai, lui ha annusato solo il business del turismo nostalgico, il che non è un reato.



Lascia un commento