Islamici irrompono in convento: «Allah Akbar», suore terrorizzate

“Si sono presentati, una sorella li ha accolti e ha parlato con loro”, racconta il vescovo di Verdun, riguardo quanto accaduto venerdì 10 novembre, verso le 17. Durante i vespri, due uomini di circa trent’anni, barbuti e vestiti normalmente, sono entrati nel convento carmelitano di Verdun.

Dopo aver parlato con la sorella all’ingresso, hanno chiesto di seguire la messa. Una volta nella cappella, “hanno iniziato a pregare in arabo durante i vespri”, dice il vescovo. “Si sono presentati minacciando le suore: se non vi convertite, andrete all’inferno”. Poi se ne sono andati, tra le suore terrorizzate.

“Allah Akbar” sul libro degli ospiti – In una dichiarazione, Guillaume Dupont, procuratore della Repubblica di Verdun ha spiegato che uno dei due uomini “ha scritto le parole” Allah Akbar “sul libro dei visitatori della chiesa”.

VERIFICA LA NOTIZIA

I due individui sono stati arrestati a Verdun l’11 novembre e posti in custodia nei locali della stazione di polizia e poi rilasciati. Dovranno comparire in tribunale il il 28 aprile del prossimo anno. ”

I due frequentavano la moschea locale.



Lascia un commento