Profugo beccato a spacciare picchia carabinieri, domiciliari in hotel

Scoperto con la droga nel centro di accoglienza, aggredisce i carabinieri. Suso Lamin, 22 anni, è stato arrestato dai militari del posto, nei pressi dell’hotel Mary,, dove alloggia a spese nostre e che ha eletto a base dello spaccio, come l’80 per cento dei cosiddetti profughi. I carabinieri erano appostati in zona, quando hanno iniziato alcune perquisizioni.

Suso era nei pressi dell’hotel, all’uscita autostradale di Campagna. La struttura alberghiera ospita decine di profughi da oltre 5 anni. I carabinieri hanno fermato il profugo spacciatori e gli hanno trovato droga in tasca. Il profugo ha colpito un militare al volto, prima di essere arrestato. Si fa per dire, visto che non è stato tradotto in carcere ma ha ottenuto gli arresti domiciliari. In hotel!

Suso deve rispondere di detenzione di droga, ai fini dello spaccio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

VERIFICA LA NOTIZIA

I profughi, mesi fa, sequestrarono la proprietaria della struttura impedendole di uscire, con l’auto, dal cortile dell’hotel. La donna doveva recarsi con urgenza in farmacia, ma venne bloccata dalla protesta degli spacciatori.



Lascia un commento