L’arroganza degli abusivi al potere, e i bambini del marchese Gentiloni



Oggi, uno dei ministri di questo governo abusivo ha ricordato, riguardo gli scioperi di ieri, che “siamo ostaggio di minoranze”. Senza rendersi conto di stare parlando proprio della minoranza che rappresenta.

Quella minoranza che con il 25% dei voti presi nel 2013 governa in modo arrogante, imponendo leggi contrastate da almeno 2/3 degli italiani, nonostante dal 2014 il parlamento sia stato dichiarato dalla Consulta frutto di una legge incostituzionale (sappiamo di ripeterlo in continuazione: ma è un fatto gravissimo che un tale consesso di illegali legiferi su questioni fondamentali come la Cittadinanza) e quindi illegittimo.

L’arroganza al potere. E’ in genere tipico dei deboli essere arroganti. E questo governo di minoranza e di minorati politici non si sottrae a questa legge morale ed etica. Saranno costretti a mettere la fiducia, per falciare la discussione e gli emendamenti. E si faranno votare la fiducia da altri rappresentanti non del popolo, ma di mammona, i senatori a vita: vera sintesi di questo governo abusivo, non eletto e di criminali politici.



Lascia un commento