ISLAMICI PREPARAVANO STRAGE NATALE IN AUSTRALIA: 7 ARRESTI

Condividi!

Un attacco islamico multiplo “molto significativo”, sullo stile di quello di Parigi, ma questa volta a Melbourne, il giorno di Natale, con armi e esplosivo. E la firma di Isis.

Lo stavano preparando 7 islamici, sei australiani per Ius Soli e un egiziano, tutti ventenni, arrestati dalla polizia australiana. Dopo Berlino l’incubo degli attentati islamici durante le feste natalizie arriva dunque fino all’Australia, con modalità molto simili a quelle già viste in Europa.

Capo della polizia: “Minaccia seria e reale” – Era una minaccia “seria e reale”, ha assicurato il capo della polizia, Graham Ashton, spiegando che secondo le informazioni di intelligence “l’attacco sarebbe stato realizzato con esplosivi, coltelli e armi da fuoco”. Un attentato multiplo, a Natale e durante le vacanze. Secondo uno schema che ricalca da vicino gli attentati di Parigi e Bruxelles, con un intervento in più fasi, diverse esplosioni in diversi luoghi della città, ma anche l’uso di armi.

“Attentato ispirato dalla propaganda dell’Isis” – “Si tratta di persone che si sono radicalizzare ispirandosi alla propaganda Isis”, ha spiegato il capo della polizia in una conferenza stampa indetta immediatamente dopo gli arresti, aggiungendo che i sette presunti terroristi erano anche finiti sotto l’attenzione dell’intelligence. “Dalle prove raccolte – ha detto Ashton – sarebbe stato un attentato molto significativo”, su questo, ha assicurato “non ho dubbi”.

Innalzato il livello di sicurezza in tutto il Paese – La polizia ha immediatamente innalzato il livello di sicurezza, l’allerta sarà massimo in tutto il Paese per le feste natalizie e anche per capodanno.