SCABBIA DILAGA IN TUTTA EUROPA, ESPERTO: “GRAZIE AI PROFUGHI”

Condividi!

Per molti anni la Scabbia in Europa era praticamente sparita. Ora è tornata, ci spiegano i media svizzeri: grazie ai profughi.

Le città più colpite sembrano essere le grandi città tedesche nella parte occidentale. Ma sempre più casi vengono registrati anche in Svizzera, per non parlare dell’Italia, dove dall’avvento di Matteo Renzi è ormai una malattia endemica insieme a Tubercolosi e Meningite..

Sul loro cammino i clandestini passano in ogni sorta di luogo antigienico, dove potrebbero essere stati infestati da Sarcoptes Cabiei, che provoca il classico prurito.

Già nel novembre del 2015 un’indagine condotta nel Canton San Gallo dal dott. Markus Betschart e i suoi colleghi sottolineava come la malattia fosse diffusa tra i richiedenti asilo.

Secondo Bernhard Korge, dermatologo e docente presso l’Università di Colonia, gli acari della scabbia oggi sono meno “appariscenti” rispetto a prima. «La presentazione clinica della malattia è cambiata», spiega al “Welt” .

E proprio questa sintomatologia diversa che porterebbe a ritardi nella diagnosi. In questo modo le “persone” colpite hanno più possibilità di infettare chi gli sta vicino. Questo potrebbe essere uno dei motivi dell’incremento di casi, secondo Korge.




Lascia un commento