Friuli: Profughi avranno Wi-Fi gratis in strutture

Condividi!

La richiesta di allestire la rete di Internet gratuito direttamente nelle strutture di accoglienza è stata – di fatto – accolta dalla Prefettura e dal consorzio di cooperative “Il Mosaico” che gestisce sia il Nazareno sia il villaggio di San Rocco, gestito da Medici senza frontiere.

«Non è decoroso per la città né rispettoso verso i goriziani vedere ad ogni ora del giorno i richiedenti asilo, telefonino alla mano, occupare in massa intere zone di Gorizia per utilizzare la rete wi-fi del Comune. Per questo, chiedo che venga richiesta ai gestori dei centri di accoglienza l’attivazione di Internet gratuito in questi siti nella speranza che i profughi rimangano all’interno delle strutture a telefonare».

La cooperativa “Il Mosaico”, ente gestore della struttura “Il Nazareno” e dell’altro villaggio attiverà nei centri di accoglienza goriziani il servizio gratuito per l’utilizzo di Internet.
A comunicarlo al sindaco Romoli è stata la stessa Prefettura attraverso una missiva, firmata dal viceprefetto vicario Antonino Gulletta, in cui si evidenzia come la richiesta sia stata accolta dalla cooperativa «anche se non rientra tra le prestazioni che l’ente gestore è tenuto a fornire in base al capitolato-tipo approvato dal Ministero dell’Interno».

Il dottor Gulletta specifica, quindi che «i responsabili del consorzio Il Mosaico hanno assicurato l’attivazione, al Nazareno, delle linee Internet tramite wi-fi nel giro di pochi giorni».

Queste sono le emergenze.




Lascia un commento