Vescovo offende resistenti Goro: “Cittadini ripugnanti”

Condividi!

Hanno perso un affare, milionario per le varie propaggini del Vaticano sparse in tutta Italia.

La diocesi di Ferrara, con il vicario generale, monsignor Massimo Manservigi: “In queste ore drammatiche, in cui tante città italiane sono chiamate a rispondere all’emergenza umanitaria che ogni giorno si fa più preoccupante, la Chiesa di Ferrara-Comacchio è vicina a coloro, donne e bambini in particolare, che hanno vissuto sul nostro territorio una notte così difficile e ostile, che ripugna alla coscienza cristiana”. “I ‘respingimenti’ di Gorino e Goro lasciano esterrefatti”, dichiara don Armando Zappolini, presidente del coordinamento nazionale comunità di accoglienza (Cnca),

Gente che parassita i contribuenti succhiando ogni anno, in modo che sarebbe illegale ovunque, oltre 1 miliardo di euro, e si permette di offendere i cittadini, e la loro intelligenza, millantando una inesistente ‘emergenza umanitaria’: non ci sono guerre in Nigeria e Costa d’Avorio. Ma c’è, ora, una guerra in Italia, quella dichiarata al popolo da Scafisti Spa. E a Goro abbiamo vinto noi.

E’ evidente, i poteri, e il Vaticano è uno di questi, hanno dichiarato guerra ai popoli. I popoli devono ribellarsi: o ci sostituiranno.




Lascia un commento