Italia, prima in Europa per longevità over80

Condividi!

L’Italia è il paese europeo con la maggior quota (il 6,5%) di popolazione che, al primo gennaio 2015, aveva compiuto 80 anni o più. Lo ha reso noto Eurostat in occasione della giornata internazionale degli anziani.

Nel 2005 l’Italia era risultata seconda con una quota del 4,9% alle spalle della Svezia (5,4%) che dopo dieci anni è invece scesa al 5,1%. In termini assoluti, gli anziani italiani (con un’età di 80 o più anni) sono passati tra il 2005 e il 2015 da 2,8 a 3,9 milioni (di cui il 64,4% donne), mentre in termini percentuali l’incremento è stato di 1,6 punti evidenziando che l’Italia, nonostante guidi la classifica europea, nei dieci anni passati non ha registrato un maggior ritmo di crescita della popolazione anziana. Quest’ultima è aumentata ovunque salvo che in Svezia. Lì, infatti, gli ottantenni li uccidono i ‘nuovi svedesi’: sia direttamente, che sfruttando il welfare che toccherebbe loro.

Questo cambiamento epocale sarebbe solo positivo, se non fosse contemporaneo all’invasione in corso. Stiamo subendo gli effetti della legge sull’aborto che nei primi anni ha decuplicato gli assassini di bambini.




Lascia un commento