PIOVE SUI TERREMOTATI, MA LE CASETTE SONO PER GLI AFRICANI

Condividi!

Assi in legno come passerelle tra le tende nel campo di Acquasanta Terme, dove sta piovendo intensamente. “Per ora ce la facciamo – dice il sindaco Sante Stangoni -, speriamo che la pioggia non aumenti, altrimenti…”.
Tecnici del Comune e addetti della Protezione civile hanno lavorato, in preparazione dell’ondata di maltempo che si è abbattuta sulle zone terremotate, pulendo tombini e rinforzando i canali di scolo. Nella tendopoli ci sono 22-23 tende, un’altra ventina sono dislocate nelle varie frazioni e sono quelle la cui situazione è più difficile da controllare. “Abbiamo 400-500 persone che dormono fuori casa – aggiunge Stangoni -, nelle tende o in macchina”. Tra le note positive, indicate dal sindaco, “non fa freddo”.

I moduli abitativi sono invece a Como e Ventimiglia. E in altre zone. Per ospitare i giovani fancazzisti africani che tanto piacciono a Renzi e al Vaticano.




Lascia un commento