SIMA, RIVOLTA NELLA TENDOPOLI: “RIDATECI I NOSTRI MORTI”

Condividi!

“Noi a Rieti non veniamo, ridateci i nostri morti”. Nella tendopoli di Amatrice – i terremotati italiani stanno nelle tende, mentre clandestini e immigrati hanno le casette – scoppia la polemica dopo la decisione della prefettura di spostare i funerali delle vittime del sisma all’aeroporto militare di Rieti.

“Devono venire loro da noi, non andare noi da loro”, dice un signore ai funzionari della Protezione Civile, che parlano di “una decisione dolorosa anche per noi”. “Io a Rieti non vado – aggiunge Don Fabio – celebrerò qui”.




Lascia un commento